FISHING

Uscire in barca con i pescatori, ascoltarli mentre raccontano il loro mestiere, guardarli mentre sistemano le reti e dividono il pesce appena preso.
Più che una moda, una esperienza irrinunciabile.

Per scoprire dal vivo il fascino di una figura che ha saputo nel tempo rinnovarsi; per passare una giornata diversa, tra sorprese e divertimento; per mangiare pesce freschissimo, cucinato secondo le ricette della migliore tradizione regionale italiana.

Tutto questo e molto altro ancora è il pescaturismo, che – a differenza dell’ittiturismo, che prevede anche il soggiorno nelle case dei pescatori – permette ai turisti di salire a bordo di pescherecci opportunamente attrezzati e trasformarsi per un giorno in pescatori provetti.

Mare, vacanze, pesce, gastronomia dunque. Una nuova forma di svago che, a giudicare dai dati di quest’anno (più 20 per cento rispetto all’anno scorso), sta prendendo il largo tra gli appassionati del mare, in vacanza nel nostro paese. E, a meno che non li si scovi direttamente sul posto, è la rete di Internet il gancio più immediato tra turisti e pescatori che praticano questa attività. Molti sono infatti i siti nati per chi vuole fare una vacanza al mare, immedesimandosi nella vita di chi sul mare vive e lavora.

Partecipare ad una vacanza di pescaturismo vi permetterà di conoscere alcuni dei sistemi di pesca maggiormente praticati nel nostro Paese. Una occasione per imparare qualcosa in più del mestiere del pescatore, a cui vogliamo prepararvi, fornendovi alcune semplici informazioni sui diversi attrezzi utilizzati dalle cooperative di pescaturismo.